Seguici su
Cerca

  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Giornalisti - Emittenti locali: Aggiornamento minimi contrattuali

GIORNALISTI - EMITTENTI LOCALI

 

Giornalisti - Emittenti Locali

 

Minimi in vigore dal 01/05/2017

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

Scatti

Tele - radiogiornalista < 24 mesi attività

€ 1370,58

€ 0

€ 0

€ 1370,58

-

Tele - radiogiornalista Radio > 24 mesi attività

€ 1535,13

€ 0

€ 0

€ 1535,13

€ 46,05

Tele - radiogiornalista TV > 24 mesi attività

€ 1965,55

€ 0

€ 0

€ 1965,55

€ 58,97

 

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Enti Locali: Modifiche ex Ipotesi di accordo 21.02.2018

Ferie in ore

Le regioni e gli enti regionali possono prevedere, in via sperimentale, la fruizione delle ferie ad ora secondo le modalità previste dal presente articolo.

Ai fini della eventuale fruizione delle ferie ad ore, sono stabiliti i seguenti monte ore annuali:

a) 202 ore, corrispondenti ai 28 giorni di ferie;

b) 192 ore, corrispondenti ai 32 giorni di ferie;

c) 180 ore, corrispondenti ai 26 giorni di ferie;

d) 187 ore, corrispondenti ai 30 giorni di ferie.

In caso di rapporto di lavoro a tempo parziale, i monte ore sono riproporzionati, in relazione alla ridotta durata della prestazione lavorativa.

Qualora le ferie siano fruite per l'intera giornata si determina una decurtazione dei monte ore pari all'orario ordinario che il dipendente avrebbe dovuto effettuare nella stessa giornata.

Per garantire il recupero psico-fisico del dipendente, devono comunque essere fruiti nell'anno almeno 20 giorni interi, nel caso di articolazione dell'orario settimanale su cinque giorni, e almeno 24 giorni, nel caso di articolazione dell'orario settimanale su sei giorni.

Flessibilità oraria

Al fine dell’armonizzazione dello svolgimento dei servizi con le esigenze complessive degli utenti, le articolazioni dell’orario di lavoro sono determinate dall’ente tenendo conto dei seguenti criteri:

- ottimizzazione dell’impiego delle risorse umane;

- miglioramento della qualità delle prestazioni;

- ampliamento della fruibilità dei servizi da parte dell’utenza;

- miglioramento dei rapporti funzionali con altri uffici ed altre amministrazioni.

Per la realizzazione dei suddetti criteri possono pertanto essere adottate, anche coesistendo, le sottoindicate tipologie di orario:

a) orario flessibile: si realizza con la previsione di fasce temporali entro le quali sono consentiti l’inizio ed il termine della prestazione lavorativa giornaliera.

b) turnazioni: che consistono nella rotazione ciclica dei dipendenti in articolazioni orarie prestabilite.

c) orario multiperiodale: consiste nel ricorso alla programmazione di calendari di lavoro plurisettimanali con orari superiori o inferiori alle trentasei ore settimanali nel rispetto del monte ore previsto.

Indennità di funzione - Polizia locale

Gli enti possono erogare al personale inquadrato nelle categorie C e D, che non risulti incaricato di posizione organizzativa, una indennità di funzione per compensare l'esercizio di compiti di responsabilità connessi al grado rivestito.

L'ammontare dell'indennità di cui al comma 1 è determinata, tenendo conto specificamente del grado rivestito e delle connesse responsabilità, nonché delle peculiarità dimensionali, istituzionali, sociali e ambientali degli enti, fino a un massimo di € 3.000 annui lordi, da corrispondere per dodici mensilità.

Il valore dell'indennità, nonché i criteri per la sua erogazione sono determinati in sede di contrattazione integrativa.

L'indennità sostituisce per il personale di cui al presente titolo l'indennità di specifiche responsabilità, di cui all'art. 70 quinquies, comma 1.

L'indennità:

a) è cumulabile con l'indennità di turno;

b) è cumulabile con l'indennità di cui all'art. 37, comma 1, lett. b), del CCNL del 6.7.1995 e successive modificazioni ed integrazioni;

c) è cumulabile con l'indennità di cui all'art. 56-quinquies (Indennità di servizio esterno);

d) è cumulabile con i compensi correlati alla performance individuale e collettiva;

e) non è cumulabile con l'indennità di cui all'art. 70-bis. (Indennità condizioni di lavoro).

Indennità di rischio

A far data dal primo contratto integrativo successivo alla stipulazione del presente CCNL gli enti corrispondono una unica "indennità condizioni di lavoro" destinata a remunerare lo svolgimento di attività:

a) disagiate;

b) esposte a rischi e, pertanto, pericolose o dannose per la salute;

c) implicanti il maneggio di valori.

L'indennità è commisurata ai giorni di effettivo svolgimento delle attività di cui sopra, entro i seguenti valori minimi e massimi giornalieri: Euro 1,00 - Euro 10,00.

La misura effettiva è definita in sede di contrattazione integrativa.

Indennità di servizio esterno - Polizia locale

Al personale che, in via continuativa, rende la prestazione lavorativa ordinaria giornaliera in servizi esterni di vigilanza, compete una indennità giornaliera, il cui importo è determinato entro i seguenti valori minimi e massimi giornalieri: Euro 1,00 - Euro 10,00.

L'indennità è commisurata alle giornate di effettivo svolgimento del servizio esterno e compensa interamente i rischi e disagi connessi all'espletamento dello stesso in ambienti esterni.

L'indennità :

a) è cumulabile con l'indennità di turno;

b) è cumulabile con le indennità di cui all'art. 37, comma 1, lett. b), del CCNL del 6.7.1995 e successive modificazioni ed integrazioni;

c) è cumulabile con i compensi connessi alla performance individuale e collettiva;

d) non è cumulabile con l'indennità di cui all'art. 70-bis. (Indennità condizioni di lavoro)

Indennità per specifiche responsabilità

Per compensare l'eventuale esercizio di compiti che comportano specifiche responsabilità, al personale delle categorie B, C e D, qualora non trovi applicazione la disciplina delle posizioni organizzative di cui all'art.13 e seguenti, può essere riconosciuta una indennità di importo non superiore a € 3.000 annui lordi.

Un'indennità di importo massimo non superiore a € 350 annui lordi, qualora non trovi applicazione la disciplina delle posizioni organizzative , può essere riconosciuta per compensare:

a) le specifiche responsabilità del personale delle categorie B, C e D attribuite con atto formale degli enti, derivanti dalle qualifiche di Ufficiale di stato civile ed anagrafe nonché di responsabile dei tributi stabilite dalle leggi;

b) i compiti di responsabilità eventualmente affidati agli archivisti informatici nonché agli addetti agli uffici per le relazioni con il pubblico ed ai formatori professionali;

c) le specifiche responsabilità affidate al personale addetto ai servizi di protezione civile;

d) le funzioni di ufficiale giudiziario attribuite ai messi notificatori.

Lavoro supplementare nel part-time

Può essere richiesta l'effettuazione di prestazioni di lavoro supplementare, intendendosi per queste ultime quelle svolte oltre l'orario concordato tra le parti, ma nei limiti dell'orario ordinario di lavoro. La misura massima della percentuale di lavoro supplementare è pari al 25% della durata dell'orario di lavoro a tempo parziale concordata ed è calcolata con riferimento all'orario mensile. Nel caso di rapporto di lavoro a tempo parziale di tipo verticale, con prestazione dell'attività lavorativa in alcuni mesi dell'anno, la misura del 25% è calcolata in relazione al numero delle ore annualmente concordate.

Le ore di lavoro supplementare sono retribuite con un compenso pari alla retribuzione oraria globale di fatto maggiorata di una percentuale pari al 15%.
Qualora le ore di lavoro supplementari siano eccedenti rispetto a quelle fissate come limite massimo , ma rientrino comunque entro l'orario ordinario di lavoro, la percentuale di maggiorazione è elevata al 25%.

Retribuzione accessoria - cat. D

Spetta un trattamento economico accessorio del personale della categoria D titolare delle posizioni di lavoro che richiedono, con assunzione diretta di elevata responsabilità di prodotto e di risultato:
a) lo svolgimento di funzioni di direzione di unità organizzative di particolare complessità, caratterizzate da elevato grado di autonomia gestionale e organizzativa;
b) lo svolgimento di attività con contenuti di alta professionalità e specializzazione correlate a diplomi di laurea e/o di scuole universitarie e/o alla iscrizione ad albi professionali;
c) lo svolgimento di attività di staff e/o di studio, ricerca, ispettive, di vigilanza e controllo caratterizzate da elevate autonomia ed esperienza.
Tale trattamento accessorio assorbe tutte le competenze accessorie e le indennità, compreso il compenso per il lavoro straordinario e non può essere comunque inferiore all'importo delle competenze accessorie e delle indennità assorbite.
Esso è composto da:
- Retribuzione di posizione:  varia da un minimo di € 5.000 ad un massimo di € 16.000 annui lordi per tredici mensilità. Ciascun ente stabilisce la graduazione della retribuzione di posizione in rapporto a ciascuna delle posizioni organizzative previamente individuate.
- Retribuzione di risultato:  varia da un minimo del 15% ad un massimo del 25% (30% nel caso di attribuzione di incarichi a termine di alta professionalità) della retribuzione di posizione in godimento. La retribuzione di risultato può essere corrisposta previa valutazione dei soggetti competenti sulla base dei risultati certificati dal servizio di controllo interno o dal nucleo di valutazione, secondo l'ordinamento vigente.
Comuni di minori dimensioni demografiche: Nel caso in cui siano privi di posizioni della categoria D, i comuni applicano la disciplina sopra descritta, ai dipendenti classificati nelle categorie C o B.
In tal caso, il valore economico della relativa retribuzione di posizione può variare da un minimo di € 3.000 ad un massimo di € 9.500 annui lordi per tredici mensilità.
IPAB: Nel caso in cui siano privi di posizioni di categoria D, la disciplina sopra descritta si applica ai dipendenti classificati nella categoria C. In tal caso il valore economico della retribuzione di posizione può variare da un minimo di € 3.000 ad un massimo di € 9.500.

Trasferta

L'ipotesi di accordo 21.02.2018 prevede le seguenti integrazioni: Il tempo di viaggio può essere considerato attività lavorativa anche per altre categorie di lavoratori per i quali in relazione alle modalità di espletamento delle loro prestazioni lavorative è necessario il ricorso all'istituto della trasferta di durata non superiore alle dodici ore. A tale scopo, gli enti, sulla base della propria organizzazione e nel rispetto degli stanziamenti già previsti nei relativi capitoli di bilancio destinati a tale finalità, definiscono con gli atti di cui all'art. 41, comma 12, del CCNL del 14.9.2000, in un quadro di razionalizzazione delle risorse, le prestazioni lavorative di riferimento. 

Giornalisti - Emittenti locali: Modifica congedo matrimoniale e lav. supplementare

Ai sensi dell'Accordo di rinnovo 08.03.2017, viene modificata la disciplina degli istituti seguenti:

Matrimonio o unione civile: Ai lavoratori che contraggono matrimonio o unione civile è dovuto, in tale occasione, un congedo retribuito di 15 giorni di calendario.

Lavoro supplementare: può essere richiesto in caso di tempo parziale orizzontale, nel limite del 25% dell'orario normale concordato. Le ore di lavoro supplementare sono retribuite con una maggiorazione del 19% della retribuzione oraria.

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Enti Locali: Aggiornamento minimi contrattuali

REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI

 

Enti Locali

 

Minimi in vigore dal 01/01/2016

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

A1

€ 1365,55

€ 0

€ 0

€ 1365,55

A2

€ 1383,83

€ 0

€ 0

€ 1383,83

A3

€ 1413,23

€ 0

€ 0

€ 1413,23

A4

€ 1438,31

€ 0

€ 0

€ 1438,31

A5

€ 1468,04

€ 0

€ 0

€ 1468,04

B1

€ 1443,36

€ 0

€ 0

€ 1443,36

B2

€ 1467,37

€ 0

€ 0

€ 1467,37

B3

€ 1525,86

€ 0

€ 0

€ 1525,86

B4

€ 1548,18

€ 0

€ 0

€ 1548,18

B5

€ 1574,3

€ 0

€ 0

€ 1574,3

B6

€ 1602,3

€ 0

€ 0

€ 1602,3

B7

€ 1663,83

€ 0

€ 0

€ 1663,83

C1

€ 1628,28

€ 0

€ 0

€ 1628,28

C2

€ 1667,12

€ 0

€ 0

€ 1667,12

C3

€ 1713,55

€ 0

€ 0

€ 1713,55

C4

€ 1767,71

€ 0

€ 0

€ 1767,71

C5

€ 1833,11

€ 0

€ 0

€ 1833,11

D1

€ 1771,59

€ 0

€ 0

€ 1771,59

D2

€ 1858,42

€ 0

€ 0

€ 1858,42

D3

€ 2037,08

€ 0

€ 0

€ 2037,08

D4

€ 2124,11

€ 0

€ 0

€ 2124,11

D5

€ 2218,94

€ 0

€ 0

€ 2218,94

D6

€ 2372,29

€ 0

€ 0

€ 2372,29

 

Giornalisti - Emittenti Locali: Accordo di rinnovo 08/03/2017

Siglato in data 08.03.2017 l'accordo di rinnovo del ccnl per i Giornalisti di emittenti locali.

Giornalisti - Emittenti locali: Aggiornamento minimi contrattuali

GIORNALISTI - EMITTENTI LOCALI

 

Giornalisti - Emittenti Locali

 

Minimi in vigore dal 01/05/2017

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

Scatti

Tele - radiogiornalista < 24 mesi attività

€ 1370,58

€ 0

€ 0

€ 1370,58

-

Tele - radiogiornalista Radio > 24 mesi attività

€ 1535,13

€ 0

€ 0

€ 1535,13

€ 46,05

Tele - radiogiornalista TV > 24 mesi attività

€ 1965,55

€ 0

€ 0

€ 1965,55

€ 58,97

 

Giornalisti - Emittenti locali: Aggiornamento minimi contrattuali

GIORNALISTI - EMITTENTI LOCALI

 

Giornalisti - Emittenti Locali

 

Minimi in vigore dal 01/05/2018

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

Tele - radiogiornalista < 24 mesi attività

€ 1420,58

€ 0

€ 0

€ 1420,58

Tele - radiogiornalista Radio > 24 mesi attività

€ 1585,13

€ 0

€ 0

€ 1585,13

Tele - radiogiornalista TV > 24 mesi attività

€ 2015,55

€ 0

€ 0

€ 2015,55

 

 

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Enti Locali: Aggiornamento minimi contrattuali

REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI

 

Enti Locali

 

Minimi in vigore dal 01/03/2018

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

A1

€ 1411,55

€ 0

€ 0

€ 1411,55

A2

€ 1430,53

€ 0

€ 0

€ 1430,53

A3

€ 1460,83

€ 0

€ 0

€ 1460,83

A4

€ 1486,81

€ 0

€ 0

€ 1486,81

A5

€ 1517,54

€ 0

€ 0

€ 1517,54

B1

€ 1492,06

€ 0

€ 0

€ 1492,06

B2

€ 1516,87

€ 0

€ 0

€ 1516,87

B3

€ 1577,26

€ 0

€ 0

€ 1577,26

B4

€ 1600,38

€ 0

€ 0

€ 1600,38

B5

€ 1627,4

€ 0

€ 0

€ 1627,4

B6

€ 1656,3

€ 0

€ 0

€ 1656,3

B7

€ 1719,93

€ 0

€ 0

€ 1719,93

C1

€ 1683,18

€ 0

€ 0

€ 1683,18

C2

€ 1723,32

€ 0

€ 0

€ 1723,32

C3

€ 1771,35

€ 0

€ 0

€ 1771,35

C4

€ 1827,31

€ 0

€ 0

€ 1827,31

C5

€ 1894,91

€ 0

€ 0

€ 1894,91

D1

€ 1831,39

€ 0

€ 0

€ 1831,39

D2

€ 1921,12

€ 0

€ 0

€ 1921,12

D3

€ 2105,78

€ 0

€ 0

€ 2105,78

D4

€ 2195,71

€ 0

€ 0

€ 2195,71

D5

€ 2293,74

€ 0

€ 0

€ 2293,74

D6

€ 2452,19

€ 0

€ 0

€ 2452,19

 

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Giornalisti - Emittenti locali: Aggiornamento minimi contrattuali

GIORNALISTI - EMITTENTI LOCALI

 

Giornalisti - Emittenti Locali

 

Minimi in vigore dal 01/05/2018

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

Tele - radiogiornalista < 24 mesi attività

€ 1420,58

€ 0

€ 0

€ 1420,58

Tele - radiogiornalista Radio > 24 mesi attività

€ 1585,13

€ 0

€ 0

€ 1585,13

Tele - radiogiornalista TV > 24 mesi attività

€ 2015,55

€ 0

€ 0

€ 2015,55

 

 

Dirigenti - Enti Locali: Aggiornamento minimi contrattuali

DIRIGENTI - FUNZIONI LOCALI

 

Dirigenti - Enti Locali (dal 01.01.95)

 

Minimi in vigore dal 01/01/2017

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

Qualifica unica dirigenziale

€ 3406,51

€ 0

€ 0

€ 3406,51

 

Dirigenti - Enti Locali: Aggiornamento minimi contrattuali

DIRIGENTI - FUNZIONI LOCALI

 

Dirigenti - Enti Locali (dal 01.01.95)

 

Minimi in vigore dal 01/01/2018

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

Qualifica unica dirigenziale

€ 3456,61

€ 0

€ 0

€ 3456,61

 

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Dirigenti - Enti Locali: Aggiornamento minimi contrattuali

DIRIGENTI - FUNZIONI LOCALI

 

Dirigenti - Enti Locali (dal 01.01.95)

 

Minimi in vigore dal 01/01/2016

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

Qualifica unica dirigenziale

€ 3356,31

€ 0

€ 0

€ 3356,31

 

Enti Locali: Aggiornamento minimi contrattuali

REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI

 

Enti Locali

 

Minimi in vigore dal 01/01/2017

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

A1

€ 1377,65

€ 0

€ 0

€ 1377,65

A2

€ 1396,13

€ 0

€ 0

€ 1396,13

A3

€ 1425,73

€ 0

€ 0

€ 1425,73

A4

€ 1451,01

€ 0

€ 0

€ 1451,01

A5

€ 1481,04

€ 0

€ 0

€ 1481,04

B1

€ 1456,16

€ 0

€ 0

€ 1456,16

B2

€ 1480,37

€ 0

€ 0

€ 1480,37

B3

€ 1539,36

€ 0

€ 0

€ 1539,36

B4

€ 1561,88

€ 0

€ 0

€ 1561,88

B5

€ 1588,2

€ 0

€ 0

€ 1588,2

B6

€ 1616,5

€ 0

€ 0

€ 1616,5

B7

€ 1678,53

€ 0

€ 0

€ 1678,53

C1

€ 1642,68

€ 0

€ 0

€ 1642,68

C2

€ 1681,92

€ 0

€ 0

€ 1681,92

C3

€ 1728,75

€ 0

€ 0

€ 1728,75

C4

€ 1783,41

€ 0

€ 0

€ 1783,41

C5

€ 1849,41

€ 0

€ 0

€ 1849,41

D1

€ 1787,29

€ 0

€ 0

€ 1787,29

D2

€ 1874,92

€ 0

€ 0

€ 1874,92

D3

€ 2055,08

€ 0

€ 0

€ 2055,08

D4

€ 2142,91

€ 0

€ 0

€ 2142,91

D5

€ 2238,64

€ 0

€ 0

€ 2238,64

D6

€ 2393,29

€ 0

€ 0

€ 2393,29

 

Enti Locali: Elemento perequativo

Elemento perequativo

Tenuto conto degli effetti degli incrementi retributivi sul personale già destinatario delle misure di cui all'art. 1, comma 12, legge 23 dicembre 2014, n. 190, nonché del maggiore impatto sui livelli retributivi più bassi delle misure di contenimento della dinamica retributiva, è riconosciuto al personale individuato nell'allegata Tabella D un elemento perequativo un tantum, corrisposto su base mensile nelle misure indicate nella medesima Tabelle D, per 10 mensilità, per il solo periodo 1/3/2018 - 31/12/2018, in relazione al servizio prestato in detto periodo. La frazione di mese superiore a 15 giorni dà luogo al riconoscimento dell'intero rateo mensile. Non si tiene conto delle frazioni di mese uguali o inferiori a 15 giorni e dei mesi nei quali non è corrisposto lo stipendio tabellare per aspettative o congedi non retribuiti o altre cause di interruzione e sospensione della prestazione lavorativa.

Per i lavoratori in part-time, l'importo è riproporzionato in relazione al loro ridotto orario contrattuale. Detto importo è analogamente riproporzionato in tutti i casi di interruzione o sospensione della prestazione lavorativa che comportino la corresponsione dello stipendio tabellare in misura ridotta.

Categoria

Dal 1.3.2018 al 31.12.2018

D6

2,00

D5

2,00

D4

6,00

D3

9,00

D2

16,00

D1

19,00

C5

17,00

C4

18,00

C3

20,00

C2

22,00

C1

23,00

1 B7

22,00

B6

23,00

B5

23,00

B4

24,00

B3

24,00

B2

26,00

B1

27,00

A5

26,00

A4

27,00

A3

28,00

A2

29,00

A1

29,00

Enti Locali: Conglobamento I.V.C. nei minimi contrattuali

REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI

 

Enti Locali

 

Minimi + I.V.C. in vigore dal 01/04/2018

Livello

Paga Base

Contingenza

EDR

Somma

A1

€ 1421,75

€ 0

€ 0

€ 1421,75

A2

€ 1440,86

€ 0

€ 0

€ 1440,86

A3

€ 1471,38

€ 0

€ 0

€ 1471,38

A4

€ 1497,55

€ 0

€ 0

€ 1497,55

A5

€ 1528,5

€ 0

€ 0

€ 1528,5

A6

€ 1555,16

€ 0

€ 0

€ 1555,16

B1

€ 1502,84

€ 0

€ 0

€ 1502,84

B2

€ 1527,83

€ 0

€ 0

€ 1527,83

B3

€ 1588,65

€ 0

€ 0

€ 1588,65

B4

€ 1611,94

€ 0

€ 0

€ 1611,94

B5

€ 1639,16

€ 0

€ 0

€ 1639,16

B6

€ 1668,26

€ 0

€ 0

€ 1668,26

B7

€ 1732,35

€ 0

€ 0

€ 1732,35

B8

€ 1770,69

€ 0

€ 0

€ 1770,69

C1

€ 1695,34

€ 0

€ 0

€ 1695,34

C2

€ 1735,77

€ 0

€ 0

€ 1735,77

C3

€ 1784,15

€ 0

€ 0

€ 1784,15

C4

€ 1840,51

€ 0

€ 0

€ 1840,51

C5

€ 1908,6

€ 0

€ 0

€ 1908,6

C6

€ 1961,93

€ 0

€ 0

€ 1961,93

D1

€ 1844,62

€ 0

€ 0

€ 1844,62

D2

€ 1935

€ 0

€ 0

€ 1935

D3

€ 2120,99

€ 0

€ 0

€ 2120,99

D4

€ 2211,57

€ 0

€ 0

€ 2211,57

D5

€ 2310,31

€ 0

€ 0

€ 2310,31

D6

€ 2469,9

€ 0

€ 0

€ 2469,9

D7

€ 2594,9

€ 0

€ 0

€ 2594,9